Search

La commissione Filini – L’editoriale di Marco Travaglio [08/12/2023]

Marco Travaglio commenta, con la consueta ironia, l'annuncio dell'istituzione di una commissione d’inchiesta sul Superbonus (cioè su Conte)
Ragionier Filini e Fantozzi

Il deputato di FdI, Francesco Filini, annuncia la necessità di una commissione d’inchiesta sul Superbonus, definendolo “il più grande scandalo della storia della Repubblica”. Bene, faccia pure, scoprirà che politici come Giorgia Meloni, Francesco Lollobrigida, Maurizio Gasparri, Giovanbattista Fazzolari, Matteo Salvini, Gilberto Pichetto Fratin, Enrico Zanetti, e Tommaso Foti, hanno sostenuto misure che favoriscono la frode.

di Marco Travaglio

Dopo quelle sulla gestione del Covid (cioè su Conte), sul Rdc (cioè su Conte e Tridico), su Emanuela Orlandi e Mirella Gregori, sui casi David Rossi, via Poma, Regeni, Moby Prince e Forteto, su Mani Pulite, sui processi a B., sul Russiagate di Savini, sulla strage di Bologna, sugli anni di piombo, sulle morti bianche, sui femminicidi, sulle periferie e – si spera – sulle Ztl, si sentiva giusto il bisogno di una commissione d’inchiesta sul Superbonus (cioè su Conte). La annuncia Francesco Filini, che non è l’amico di Fantozzi, esiste davvero, è un deputato di FdI: “Il Superbonus è il più grande scandalo della storia della Repubblica per i tanti miliardi spesi. Una misura definita dall’ex ministro Tria ‘criminale’ e che io definirei ‘criminogena’ per le truffe. È opportuno scavare a fondo su cosa è successo”. Bravo, bravissimo: scavi.

Scoprirà che la criminale-criminogena Giorgia Meloni, nel 2022, promise di “tutelare i diritti del Superbonus e migliorare le agevolazioni edilizie”. E il criminale-criminogeno cognato Francesco Lollobrigida (FdI) nel 2021 chiese di prorogare il Superbonus per tutto il 2023. E il criminale-criminogeno Maurizio Gasparri (FI) nel 2021 invocò “con forza e determinazione l’estensione di tutti i bonus edilizi, da quelli per le facciate al 110%, alle abitazioni unifamiliari”. E il criminale-criminogeno Giovanbattista Fazzolari (FdI) nel 2022 presentò due emendamenti per estendere il Superbonus al 2024 per gli impianti fotovoltaici. E il criminale-criminogeno Matteo Salvini (Lega) nel 2021 voleva levare “il tetto Isee per il Superbonus” e nel 2022 “rilanciare il Superbonus che ha creato lavoro per imprese, artigiani, operai e valore per le famiglie”. E il criminale-criminogeno Gilberto Pichetto Fratin (FI) nel 2020 voleva prorogare il Superbonus all’intero 2021. E il criminale-criminogeno Enrico Zanetti, consigliere economico di Giorgetti, certificava a giugno che “con l’effetto di retroazione fiscale l’impatto del Superbonus sulle finanze pubbliche è addirittura positivo”. E il criminale-criminogeno Tommaso Foti (FdI) voleva rendere strutturale il Superbonus fino al 2025 e lasciarlo pure ai truffatori in caso di “lieve scostamento” o “colpa lieve”. E due settimane fa la criminale-criminogena FI chiedeva la proroga del Superbonus per chi ha lavori in corso. Poi, una volta condannato e – si spera – arrestato l’intero governo, la commissione Filini potrà serenamente dedicarsi alla prossima inchiesta parlamentare: quella sui prof e avvocati che diventano premier, portano 209 miliardi di fondi europei, vengono rovesciati due volte in tre anni, ma continuano a primeggiare nei sondaggi sui leader più popolari e talvolta, nel taschino della giacca, portano la pochette.

Il Fatto Quotidiano, 8 dicembre 2023

SHARE THIS ARTICLE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Read More

Why Voting Feels Futile in Modern Democracies

Marco Travaglio criticizes democratic leaders for not truly adhering to democratic principles, pointing out inconsistencies in the US, France, and Italy. It questions the value of voting when the system resists genuine change.

Weekly Magazine

Get the best articles once a week directly to your inbox!