Pier Paolo Pasolini: Accattone – Saggio di Serafino Murri

2018-09-07T15:46:34+00:00September 7th, 2018|Categories: CINEMA|Tags: , , , |

Pasolini nel girare Accattone, metteva le mani in una ferita aperta nella pseudo-coscienza borghese, quella dell’esistenza di due Italie, una ufficiale, l’Italia da esportazione, onesta, né povera né ricca ma allegra e sincera, e un’Italia miserrima, in cui tutto, dalla lingua ai codici morali, era fermo ad un passato mai risolto di carognesca vitalità senza scampo.

BARRY LYNDON – di Enrico Ghezzi [Il Castoro Cinema]

2018-05-10T09:10:27+00:00May 10th, 2018|Categories: CINEMA|Tags: , , , |

Barry Lyndon non ha bisogno di chiamarsi Settecento. Se il titolo in Bertolucci indica l’intenzione astratta di definire storicamente quello che – dalla schematica situazione iniziale – si è riproposto come un film dai personaggi classici e «umani»; un film in cui della grandezza e casualità della Storia c’è solo la fluvialità del tempo e l’ampiezza della produzione (la storia economica del film), in Kubrick il nome – come si accennava – deve definire lo sparuto soggetto che è protagonista.

IL DOTTOR STRANAMORE – di Enrico Ghezzi [Il Castoro Cinema]

2018-01-25T09:46:59+00:00January 25th, 2018|Categories: CINEMA|Tags: , , , , |

Per molti versi, il film più «erotico» di Kubrick è 'Il dr. Stranamore' (1963) (girato anch’esso in Inghilterra), che segna la fine della collaborazione con Harris (il quale vuol passare alla regia ed esordirà due anni dopo con 'Stato d'allarme', film che sembra essere la risposta «realistica» a Stranamore).

RAPINA A MANO ARMATA (THE KILLING, 1956) – di Enrico Ghezzi

2017-12-12T17:45:57+00:00December 12th, 2017|Categories: Uncategorised|Tags: , , , |

Sappiamo che Kubrick rifiuta un contratto della stessa casa [la United Artists] per produrre filmetti di seconda serie: non gli interessa arrivare in qualche modo a fare comunque del cinema. In parte, proprio la chiarezza con cui dal suo comportarsi si delinea l’esistenza di un progetto di cinema rende oscuro [...]